Per Emergenze o Informazioni

Avvisi

Ridurre al minimo i contatti tra le persone, evitare i luoghi affollati e gli spostamenti per fermare i contagi: sono questi gli indirizzi perseguiti dalle disposizioni normative recentemente emanate.

Alla luce di tali nuove disposizioni, Como Acqua ha differito tutti i pagamenti dei documenti scadenti a partire dal 19 marzo 2020, posticipandoli al 7 aprile 2020, senza dar luogo a calcoli degli interessi per ritardato pagamento.

Come pagare la bolletta senza uscire di casa?

• Tramite il servizio Pagofacile, cliccando qui https://pagofacile.popso.it/home
Si può accedere mediante registrazione o in forma anonima. Cliccando su "MAV" ed inserendo i dati richiesti, con un semplice click avrete pagato la Vostra bolletta senza uscire di casa.

• Tramite Home Banking sul sito della propria banca.

Come pagare le prossime bollette senza uscire di casa?

Attivare l’addebito diretto sul proprio conto corrente scaricando il modulo dal sito di Como Acqua ed inviandolo all'indirizzo mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.: in questo modo, le prossime bollette Vi saranno addebitate direttamente.

Le bollette saranno sospese su tutto il territorio nazionale?

Falso. Nonostante gli annunci degli organi di informazione, la ventilata sospensione delle bollette per tutto il territorio nazionale non è entrata nel provvedimento con le nuove misure per contrastare gli effetti economici dell’epidemia da Coronavirus, il cosiddetto “Decreto cura Italia” approvato dal governo. Al momento, dunque, non c’è alcuno stop generalizzato per tutto il territorio nazionale come pure si era paventato nei giorni scorsi.

Lo stop dei pagamenti scatta per alcune categorie?

Vero. Resta, per ora, quanto previsto da uno dei primi decreti legge emanati  all'inizio dell’emergenza da Covid-19 per fronteggiare l’impatto dell’epidemia da Coronavirus. Il decreto legge n.9, approvato venerdì 28 febbraio dal Consiglio dei ministri, fissava, come si ricorderà, la sospensione delle bollette di luce, gas, acqua e rifiuti fino al 30 aprile per i Comuni che per primi sono stati colpiti dal contagio, l’originaria “zona rossa”.

La sospensione vale anche se non esiste più quella zona rossa?

Vero. Al momento, a meno di ulteriori decisioni sul tema, lo stop resta valido per gli 11 Comuni della prima zona “rossa”, poi riassorbita in un secondo momento nella cosiddetta “zona arancione (la Regione Lombardia e altre 14 province dell’Italia centro-settentrionale) che è stata poi estesa a tutto il territorio nazionale. Le amministrazioni interessate dalla sospensione sono quindi, lo ricordiamo, dieci in Lombardia (Bertonico, Casalpusterlengo, Castelgerundo, Castiglione D’Adda, Codogno, Fombio, Maleo, San Fiorano, Somaglia, Terranova dei Passerini) e una in Veneto (Vo’).

L’Autorità per l’energia ha bloccato i distacchi per morosità?

Vero. ARERA ha deciso di rinviare dal 10 marzo al 3 aprile le procedure di distacco per i clienti morosi. 

VAI ALLA SEZIONE FAQ

Si comunica che in conformità a quanto disposto dall’art.1 comma 1 lettera m) del DPCM 8/3/2020 le attività di selezione del personale sono sospese fino a nuova comunicazione.