Per Emergenze o Informazioni

Il 28 aprile 2014, la Provincia di Como e 49 Comuni della Provincia, dando seguito a quanto disposto dalla vigente normativa in materia, hanno costituito Como Acqua s.r.l., la società destinata ad assumere l’affidamento “in house” del servizio idrico in qualità di Gestore Unico Provinciale.
I Comuni attualmente Soci di Como Acqua Srl sono 130, oltre all’Amministrazione Provinciale.
Con l’affidamento del Servizio da parte della Provincia di Como ed il convenzionamento con le Società territoriali operative (SOT) Como Acqua ha garantito il SII nell’Ambito Territoriale di Como.
Con il perfezionamento del percorso di fusione, lungo tutto il 2018, Como Acqua Srl è diventato, anche operativamente, il Gestore del SII nel territorio comasco.

LA GESTIONE DEL SII NELL’ATO DI COMO
I soggetti oggi presenti sul territorio dell’Ambito Territoriale Ottimale (ATO) di Como che si occupano della gestione dei segmenti del Servizio Idrico Integrato (SII), oltre a Como Acqua sono 107:
• 13 Gestioni sovracomunali, a carattere industriale, a capitale pubblico o misto;
• 95 Gestioni comunali in economia.

Lungo i confini provinciali, esistono, inoltre, Gestioni Interambito, organizzate a livello sovraprovinciale, che coinvolgono anche alcuni Comuni appartenenti alle limitrofe province di Monza e Brianza, Varese, Lecco e Sondrio.
Come attestato dall’Ufficio d’Ambito, tutti i Soggetti attualmente Gestori nella Provincia di Como, non ancora confluiti in Como Acqua ad eccezione di Acsm-Agam S.p.A. (in regime di salvaguardia), sono per legge decaduti e pertanto non sono più titolati alla gestione diretta del servizio idrico provinciale.

Considerata l’importanza che riveste nel quadro complessivo l’assorbimento delle gestioni in economia presenti in provincia, si è previsto di individuare un coordinamento delle attività che coinvolgeranno i 95 soggetti presenti:
• n. 20 Comuni che svolgono solo il servizio di fognatura;
• n. 53 Comuni che svolgono i servizi di acquedotto e fognatura;
• n. 25 Comuni che svolgono l’intero servizio idrico.

Si prevede che l’acquisizione delle gestioni da parte di Como Acqua avvenga in modo graduale e scaglionato, tra il 2019 ed il 2020.